PineroloToday

Bibiana, furto con esplosione al bancomat dell'Unicredit

Tre malviventi, la scorsa notte, hanno rapinato uno sportello automatico saturandolo di acetilene: il colpo è fruttato circa 40mila euro. I Carabinieri sono sulle loro tracce

Il paese di Bibiana ancora protagonista di un caso di cronaca. Dopo l’episodio della 23enne fuggita di casa e fortunatamente ritrovata in buone condizioni di salute domenica, questa volta è toccato a tre malviventi salire agli onori della ribalta a causa di un ingegnoso furto.

I protagonisti della vicenda, la scorsa notte, hanno preso di mira l’unico bancomat dell’Unicredit presente nell'abitato. Passamontagna a coprire il volto, si sono avvicinati allo sportello automatico e l’hanno saturato con dell’acetilene prima di provocarne l’esplosione. Quindi, a colpi di mazza e bastoni, hanno sfondato le rimanenti coperture ed intascato il contante presente.

Il danno stimato per l’Unicredit è di circa 40mila euro. I tre malviventi hanno agito con grande rapidità, impiegando meno di cinque minuti per compiere il colpo e fuggire, secondo le prime ricostruzioni, a bordo di una vettura scura di grossa cilindrata. I Carabinieri sono al lavoro per risalire alle identità dei ladri.

Potrebbe interessarti

  • Come vestirsi ad un matrimonio estivo? Tutti i consigli, dall'abito agli accessori

  • Le migliori vinerie: dove comprare il vino sfuso a Torino

  • Festival musicali: la guida ai concerti dell'estate 2019 a Torino e in Piemonte

  • Auto sui binari del tram

I più letti della settimana

  • Scontro tra auto e moto sul rettilineo: morto giovane centauro

  • Moto si scontra con un motocarro: il centauro muore in breve tempo

  • Violenta grandinata in tutta l'area metropolitana: chicchi di diversi centimetri

  • Cade dal balcone di casa: muore appena arrivata in ospedale

  • Due torinesi muoiono in un incidente negli Stati Uniti: investiti da un tir dopo la caduta in moto

  • Alimenti putrefatti, blatte, scarafaggi ed escrementi: chiuso il panificio-pasticceria

Torna su
TorinoToday è in caricamento