PineroloToday

Pinerolo ed altri 70 Comuni a confronto per la distribuzione del gas

Si è svolto presso le sale del Cuea l'importante incontro su “Il servizio delle reti gas metano”. Il Comune di Pinerolo rientra nell’Ambito Torino 3-Sud-Ovest per la distribuzione di quest'ultimo

Si è svolto in via Cesare Battisti, presso le sale del Cuea, l'importante incontro su “Il servizio delle reti gas metano” nel pinerolese. Infatti, in base alla nuova normativa che disciplina il servizio pubblico della distribuzione del gas naturale, viene stabilito che i Comuni, in quanto titolari dei compiti di indirizzo, vigilanza, programmazione e controllo sulle attività di distribuzione del gas, devono affidare tale servizio mediante apposita gara entro il 2013. 

Il decreto e le ultime norme hanno stabilito precisi Ambiti di riferimento per le aggregazioni dei Comuni, proprio in riferimento alla realizzazione della gara; in particolare, il Comune di Pinerolo rientra nell’Ambito Torino 3 - Sud-Ovest, che comprende 70 Comuni tra le Province di Torino e di Cuneo e oltre 250.000 abitanti, da Barge a Volvera, a Carmagnola a Racconigi a Sestriere, eccetera. La riunione, che si è svolta alla presenza dell’Assessore provinciale Roberto Ronco, dell’Avvocato Fabio Todarello, e di tutti i rappresentanti dei 70 Comuni interessati, è stata un’importante occasione per approfondire questa delicata tematica e per condividere i prossimi passaggi operativi.

“Si tratta di un’attività molto complessa – spiega il sindaco di Pinerolo, Eugenio Buttiero, che ha aperto i lavori –, che ci vedrà impegnati nei prossimi mesi sulle attività di analisi, monitoraggio e pianificazione strategica, per arrivare pronti alla scadenza del 2013 con questa importante gara di appalto di uno dei servizi cruciali per la cittadinanza. È una modalità di lavoro nuova quella che vede operare 70 Amministrazioni comunali di questo ambito, e sarà un importante banco di prova per sperimentare un modus operandi innovativo e fondamentale per i prossimi anni, e che, sono convinto, ci darà risultati significativi per un’omogeneizzazione e una razionalizzazione dei servizi al cittadino. La partecipazione di venerdì è stata ottima: un ringraziamento dovuto va alla Provincia di Torino, che sta coordinando i lavori di tutti gli Ambiti, e alle Amministrazioni che vi hanno preso parte, condividendo insieme questa nuova sfida”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Carne e pesce in cattivo stato di conservazione: denunciato titolare di un negozio

  • Coronavirus, sei i casi di positività in Piemonte: uno accertato e cinque probabili

Torna su
TorinoToday è in caricamento