PineroloToday

Torre Pellice, abitanti dell'Inverso occupano il Municipio per protesta

Una delegazione di una quindicina di persone, in rappresentanza dei 94 residenti di Inverso Rolandi, ha manifestato per sollecitare interventi che migliorino le vie di comunicazione con la borgata

Passata la paura per le insidie causate dal maltempo che ha flagellato la Val Pellice negli scorsi giorni, scatta l’ora della protesta. Quella, in particolare, dei 94 residenti di Inverso Rolandi, il paesino rimasto isolato dal crollo di una navata del Ponte della Bertenga nella mattinata di domenica.

Una delegazione della piccola realtà, in tutto circa quindici persone, ha infatti inscenato una simbolica occupazione del Municipio di Torre Pellice. Una manifestazione organizzata per sollecitare l’intervento dell’Amministrazione locale riguardo un annoso problema, ovvero proprio quello delle vie di comunicazione tra la cittadina e la borgata.

Come in questa occasione, infatti, il Ponte della Bertenga ormai da anni patisce le conseguenze delle piene del fiume Pellice in occasione di forti piogge e non rappresenta una soluzione sicura ed affidabile. D’altro canto, al momento, l’unica alternativa è data da una stradina sterrata che sale sino a quota 1.200 metri e che richiede almeno un’ora di cammino per essere percorsa. Almeno sino a quando inizierà a nevicare, dato che allora sarà difficile sfruttarla anche a a piedi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento