PineroloToday

Si infiamma il mercato della Valpe: da Oltreoceano arrivano Parise e Dupont

Dopo una lunga estate di attesa, con il grande caldo agostano si infiamma anche il mercato dei biancorossi in vista della prossima stagione di A1: ufficializzati il portiere e l'ala

Dopo una lunga estate di attesa, con il grande caldo agostano si infiamma anche il mercato dell'Hc Valpellice in vista della prossima stagione di A1. Dopo l'acquisto del difensore america Anderson e la conferma di un nutrito manipolo di giovani talenti in rampa di lancio, la dirigenza biancorossa nelle ultime ore ha annunciato l'approdo all'ombra del Vandalino di due stranieri dal curriculum altisonante: si tratta del portiere Jordan Parise e dell'ala Brodie Dupont.

L'attaccante, nato il 17 Febbraio 1987 a St. Lazare, in Canada, inizia la sua carriera a soli 15 anni in MMHL nei Yellowhead Chiefs. Dopo quattro stagioni in WHL ai Calgary Hitmen, nel 2005 arriva la tanto attesa chiamata dei New York Rangers di Nhl, quando viene draftato al terzo giro. Nel 2007, invece, approda nel secondo campionato americano, l'Ahl, negli Hartford Wolf Pack, dimostrando a tutti il suo valore. Giocatore molto fisico, visti i suoi 185 cm per 85 kg, è dotato di un tiro rasoghiaccio preciso e potente che spesso lascia di stucco i portieri avversari. Le sue caratteristiche tecniche ricordano molto l’ex giocatore biancorosso Ryan McDonough e nel suo curriculum vanta 338 partite con 162 punti in AHL e 214 partite con 149 punti in WHL.

Parise, invece, è nato il 19 settembre 1982 a Faribault, una piccola contea del Minnesota. E' figlio della grande ala sinistra J.P Parise, uno dei più forti attaccanti di sempre della storia dei Minnesota North Stars ed è inoltre il fratello del talento Zach che in Nhl, dopo aver fatto la fortuna per sette stagioni dei New Jersey Devils, quest’anno vestirà la casacca bianco-verde dei Minnesota Wild, ricalcando così le orme del padre. Alto 180 cm per 86 kg, Jordan viene descritto dai suoi ex compagni come un atleta serio ed estremamente talentuoso. Il primo ad elogiarlo in valle era stato un paio di stagioni fa McDonough, suo compagno di squadra al Salisburgo nella stagione 2008/2009, che si era detto “esterrefatto dalla grande abilità nello spostarsi velocemente da un lato all’altro della porta”. La sua carriera ha inizio in Ushl con i Waterloo Black Hawks, quando chiuse il campionato con 35 presenze e una media di parate del 91,5%. Dopo 3 stagioni in Ncaa, nel 2006 ha fatto il suo esordio in Ahl con i Lowells Devils e due anni dopo è sbarcato in Ebel con l’EC Salzburg. Prima dell'approdo in Italia è stato protagonista anche nella Echl, in Norvegia ed in Germania, terminando quasi sempre le stagioni con una media superiore al 90%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel palazzo del centro cittadino: uomo si uccide gettandosi nel vuoto

  • Ventiquattro ore dopo, nuovo dramma in autostrada: morto un 26enne

  • Scende dall'auto dopo un incidente e viene travolto da un'altra vettura: morto

  • Il vento fa sobbalzare l'auto, la conducente perde il controllo: vettura finisce fuori strada

  • Raffica di vento fa crollare una porzione di muro condominiale: strada chiusa al traffico

  • La tempesta Ciara su Torino e le valli: decine di interventi dei vigili del fuoco e voli cancellati

Torna su
TorinoToday è in caricamento