PineroloToday

Cercenasco, condannato a quattro anni per maltrattamenti in famiglia

M.B., 54enne residente a Cercenasco, è stato denunciato dalla moglie e condannato dal giudice pinerolese Battaglia alla reclusione per episodi di violenza ai danni di consorte e figli

Rinviato nello scorso mese di luglio, il processo ai danni di M.B., 54enne residente a Cercenasco, si è tenuto presso il Tribunale di Pinerolo e ha sancito una pena di quattro anni per l’imputato. L’accusa ai suoi danni era di maltrattamenti in famiglia.

La denuncia era stata sporta nei mesi scorsi dalla stessa moglie, testimone degli episodi di violenza da parte del marito sui figli e lei stessa più volte picchiata. Il pm La Rosa aveva chiesto così quattro anni di reclusione per M.B., sanzione accolta ed inflitta dal giudice Battaglia a termine del processo, celebrato con rito abbreviato ed a porte chiuse.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito dalla sua auto dopo avere dimenticato di inserire il freno a mano: è grave

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

  • La denuncia: "Aggredito dal vigilante del supermercato perché mi sono abbassato la mascherina"

  • Cammina sulle auto parcheggiate, poi si lancia su una e le sfonda il parabrezza: arrestato

  • Moto cade in tangenziale: centauro grave in ospedale

  • Uomo scomparso da mercoledì sera: ritrovato il corpo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento